Paradoxa, ANNO IX– Numero 1 – Gennaio/Marzo 2015

Una storia presidenziale
(2006-2015)
A cura di Gianfranco Pasquino

All’indomani delle dimissioni di Giorgio Napolitano dalla Presidenza della Repubblica, formulare un giudizio complessivo sulla sua «storia presidenziale» sembra possibile, forse addirittura doveroso. Questo numero di «Paradoxa» ferma alcuni degli aspetti più discussi dei due mandati di Napolitano, calandoli all’interno della delicata congiuntura storica in cui il Presidente si è trovato a operare. Non si può tacere allora sul (controverso) interventismo politico di cui Napolitano in più di una occasione ha dato prova (elemento, questo, su cui non a caso indugiano quasi tutti gli autori: da Gianfranco Pasquino, curatore del numero, a Ugo De Siervo; da Selena Grimaldi a Valentina Reda; da Ilvo Diamanti a Sofia Ventura); oltre a ciò, a comporre questa «storia presidenziale» concorrono in varia misura un deciso profilo europeistico (sottolineato specialmente da Marco Valbruzzi), una attenzione costante nei riguardi di un non più rinviabile programma di riforme istituzionali e una non comune capacità comunicativa. Ulteriori elementi di riflessione provengono poi dalle pagine di Ilvo Diamanti, che ricostruisce il percorso presidenziale dal punto di vista dell’opinione pubblica, e di Paolo Pombeni, che sottolinea la capacità, da parte di Napolitano, di tenere in equilibrio volontà personale e circostanze storiche. Con questo numero, «Paradoxa» ha inteso fornire uno strumento di lettura di una delle pagine più significative della recente storia politica italiana, proponendosi allo stesso tempo come paradigma della possibilità – se non della necessità – per la valutazione storica, di passare attraverso la contraddizione e l’aporia per riuscire a cogliere realmente i suoi personaggi.

Indice:
Download paradoxa-2015-1-una-storia-presidenziale-2006-2015_indice

I commenti sono chiusi