Paradoxa, ANNO II – Numero 3 – Luglio/Settembre 2008

Sinistra e Destra allo specchio
a cura di Giuseppe Parlato e Stefano De Luca

«Destra e sinistra. Ancora queste le categorie del politico» è il titolo del seminario svoltosi il 13 marzo 2008 presso la Fondazione Nova Spes. Ne è scaturito il fascicolo 3/2008 di «Paradoxa», a cura di Giuseppe Parlato e Stefano De Luca. Il numero affronta un tema tanto attuale quanto, per certi versi, scontato. E tuttavia la riflessione, condotta non già nell’idea di risolvere problemi, ma di fare un punto della situazione alla luce dei cambiamenti degli ultimi anni, contribuisce a quel lavoro pre-politico che solo libera dalle barriere ideologiche e dalla sindrome dei «mali assoluti». Nella sezione «a due voci» si confrontano L. Lanna e G. Pasquino, squadernando le categorie costitutive dell’immaginario politico, rispettivamente, di destra e di sinistra. Un approccio diverso è applicato da D. Cofrancesco, il quale sceglie di offrire una definizione per metafore. La «e» frapposta tra i due termini, ci si domanda infine, descrive davvero una dicotomia, quale quella di cui narra la storia S. De Luca? Dai contributi di G. Tassani e F. Nobili emergerebbe una risposta univoca. Non è possibile comprimere il giudizio storico nella polarità destra/sinistra: lo testimonia la presenza dell’elemento cattolico nella vita politica italiana del Novecento. È solo uno degli aspetti dell’anomalia del nostro Paese, in cui queste categorie europee hanno fatto irruzione, contribuendo a un processo di normalizzazione tuttora in corso. Secondo S. Fuscagni proprio nella sua prosecuzione, cioè in una definizione chiara della fisionomia di destra e sinistra, risiede la sfida ancora aperta per il nostro Paese.


Indice:
Download paradoxa-2008-3-sinistra-e-destra-allo-specchio_indice

I commenti sono chiusi