CONFLITTO E MERCATO

  • Il mercato: regola o detonatore dei conflitti?
    Analisi tipologiche, ricostruzioni storiche, prospettive

    Roma 8 Novembre 2003 - Hotel Nazionale, P.zza Montecitorio 131  
  • » PROGRAMMA » ATTI

    CON IL PATROCINIO DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO

    Il conflitto è struttura del mercato: l’interazione tra interessi particolari alimenta in maniera continua il conflitto tra gli agenti economici e parallelamente sintetizza posizioni antitetiche in un equilibrio dinamico ed in perpetua evoluzione, il che è lo scopo ultimo del mercato.
    Il mercato nasce come luogo dove il conflitto possa esplicitarsi in maniera controllata in un sistema basato sulla libera concorrenza. Il problema è se sia rimasto fedele a questa vocazione originaria o non rischi di trasformarsi, e in taluni casi si sia trasformato, in un luogo di esasperazione del conflitto, dove l’esistenza di conflitti conservativi, connaturati al mercato, lascia spazio al proliferare di conflitti distruttivi che privano di efficacia il meccanismo del confronto tra posizioni divergenti. In quest’ottica, un’analisi della natura del conflitto in prospettiva storica può chiarire la complessa relazione che nei secoli si è instaurata tra guerre, mercato ed economia: Kant suggeriva l’incompatibilità tra guerra e spirito del commercio, ma storia e economia legittimano alcuni dubbi sulla validità assoluta di questa affermazione. Per contrapposizione, il dibattito sull’evoluzione del conflitto richiama il concetto di cooperazione: può la cooperazione essere lo strumento in grado di riequilibrare l’asimmetrico rapporto tra solidarietà e conflitto che si verifica nel mercato? Può essere questa la risposta all’esasperazione connaturata ai conflitti a carattere distruttivo?


    PROGRAMMA

    09,30
    Registrazione dei partecipanti

    10,00
    Introduzione ai lavori:
    Pierluigi VALENZA, Consiglio Scientifico Fondazione Nova Spes

    I Sessione: Le tipologie del conflitto

    10,15
    Processi di selezione culturale: conflitto e cooperazione sociale
    Pierluigi SACCO, Politica economica, Univ. IUAV Venezia

    10,45
    Introduzione alla discussione:
    Luigi CAPPUGI, Politica economica, Univ. di Viterbo

    DISCUSSIONE

    11,30
    coffee break


    II Sessione: La natura del conflitto in prospettiva storica

    11,45
    Sulle cause e le conseguenze economiche delle guerre

    Gianni TONIOLO, Economia politica, Univ. di Tor Vergata, Roma

    12,15
    Il conflitto negato
    Ugo MORELLI, Organizzazione aziendale, Univ. di Trento

    12,45
    Introduzione alla discussione:
    Ignazio MUSU, Economia politica, Univ. di Venezia

    DISCUSSIONE

    13,45
    pausa pranzo


    III Sessione: Evoluzione del conflitto e evoluzione dei consumi

    15,15
    Conflitto o cooperazione tra impresa e società?
    La risposta basata sul contratto sociale

    Lorenzo SACCONI, Economia delle istituzioni, Univ. di Trento

    15,45
    Mercato e conflitti: un bilancio parziale alla luce dei riscontri empirici
    Marco Eugenio VANNINI, Economia politica, Univ. di Sassari

    16,15
    coffee break

    16,30
    La rivoluzione silenziosa della responsabilità sociale:
    ruolo e impatto dell’economia dal basso nel riequilibrio del rapporto
    tra solidarietà e conflitto nel mercato

    Leonardo BECCHETTI, Economia politica, Univ. Tor Vergata, Roma

    17,00
    Introduzione alla discussione:
    Stefano ZAMAGNI, Economia politica, Univ. di Bologna

    DISCUSSIONE

    18,00
    Chiusura dei lavori


« Back